.
Annunci online

Il difensore della Patria
post pubblicato in diario, il 25 ottobre 2011


La nota ufficiale pubblicata nel pomeriggio di oggi dal Presidente della Repubblica (http://www.quirinale.it/elementi/Continua.aspx?tipo=Notizia&key=20864) è l'ennesimo atto di estrema difesa del nostro Paese, minato sia dall'esterno che, purtroppo, anche dall'interno.
Se da un lato ciò ricade negli adempimenti del Capo dello Stato previsti dalla Costituzione (art. 87), dall'altro rivela una situazione estremamente delicata e difficile, sia nella quotidianità dei cittadini sia nell'assetto istituzionale.

E' in particolare su quest'ultima che personalmente provo un profondo senso di desolazione.
Innanzitutto perché analizzando i contenuti del messaggio del Presidente, soprattutto nella parte finale, si colgono ennesime esortazioni al Governo a decidere di fare qualcosa per provare a risollevare le sorti del Paese. Esortazioni che si affiancano, peraltro, a forti rimproveri sullo scarso europeismo dell'attuale maggioranza: cosa che, di per sé, ha conseguenze estremamente nefaste per il Paese, oltre che essere sintomatico di un antistorico mito "autarchico".
Poi, al di là dei contenuti, è drammatico constatare che la difesa del Paese, anche a livello internazionale (come nel caso contingente), è demandata unicamente all'istituzione più alta. Unica rimasta, ahinoi, a promuovere e professare un profondo e autentico senso di Patria. Nelle parole del Presidente Napolitano si coglie uno scatto di orgoglio nazionale di fronte alle perfide (e parzialmente comprensibili, ma non certamente accettabili) smorfie dei "reggenti d'Europa" Sarkozy e Merkel. Non si può certo immaginare che la nota diramata ieri da Palazzo Chigi avesse una valenza del genere: o meglio, l'intento era certamente difensivo, ma non è attaccando indistintamente e rabbiosamente che si fa il bene del Paese.

Insomma, ancora una volta, è il Presidente della Repubblica l'unica istituzione in carica a garantire alla Nazione la propria dignità e a dare a noi cittadini qualche speranza o appiglio per non demordere.
Grazie Presidente!
Sfoglia settembre        novembre
calendario
adv